Avvocato Italiano Palermo Italia

Avvocato Italiano Palermo Italia Avvocato Penalista Kazakistan Niue Belize crimini contro la sicurezza stradale Mazara del Vallo reati pubblica amministrazione Reggio Emilia reato violazione obbligo di dimora Isola Bouvet reati ostativi rilascio porto d armi Algeria Arrestati Per Furto Di Rame Anguilla reato bullismo detenzione per stupefacenti crimini contro Umanità reato obblighi di assistenza familiare Arrestato Appropriazione Indebita
  • Estradizione per l’italia, studio legale internazionale diritto penale

    avvocato internazionale detenuti

    Studio legale internazionale diritto penale - Estradizione per l’italia - Algeria Andorra Marocco Egitto Tunisia Albania Thailandia Repubblica dominicana Messico Stati Uniti Regno Unito Australia Colombia Cile Argentina Costa Rica Cuba Brasile Gran Bretagna Azerbaigian Bielorussia Bolivia Bosnia-Erzegovina Brunei Canada Capo Verde Ciad Cina Dominica Ecuador El Salvador Emirati arabi uniti Guatemala Honduras Indonesia Iran Iraq Isole Cayman Israele Italia Kenya Kirghizistan Kuwait Nicaragua Niger Nigeria Nuova Zelanda Pakistan Panama Paraguay Perù Qatar  Russia Singapore  Sudafrica Svizzera Tagikistan Taiwan Tanzania Trinidad e Tobago Turchia Ucraina Uruguay Uzbekistan Venezuela Vietnam Armenia.

    ESTRADIZIONE PER L’ITALIA, STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE
    Il mandato di cattura europeo (M.A.E.) è una forma speciale e semplificata di estradizione. È disciplinato dalla legge 69/2005 e dalla Convenzione europea per la protezione dei diritti umani e delle libertà fondamentali.
    Si applica solo agli Stati membri della Comunità europea.

    L'estradizione deve essere consegnata allo stato estero sulla base di una misura restrittiva della libertà personale o di una pena detentiva emessa dall'autorità giudiziaria.

    Le autorità italiane devono solo verificare la validità dei termini del mandato prima di procedere con la consegna del convenuto.

    Ai sensi dell'articolo 16, paragrafo 4, della Convenzione europea di estradizione del 13 dicembre 1957, in vigore dal 1963 in Italia, la durata dell'arresto per l'estradizione non può superare i 40 giorni.

    Quando è iniziato il conto alla rovescia di 40 giorni, era in discussione, perché gli standard italiani ed europei non erano allineati.